Come

Cucinare i ceci – Ammollo, cottura e ricette – La guida completa – Vegolosi.it

Dopo la soia e i fagioli, i ceci sono i legumi più diffusi al mondo e fanno parte della cucina tradizionale di molti paesi del Mediterraneo: basti pensare alla classicissima pasta e ceci, alla zuppa di ceci o alla farinata ligure, ma anche senza andare lontano , hummus, la salsa più famosa al mondo e falafel, polpette speziate tipiche del Medio Oriente.

Può sembrare semplice, ma cucinare correttamente i ceci è un processo delicato, ci sono alcune regole di base da tenere a mente, considerando anche la differenza tra ceci secchi e ceci in scatola. vediamoli insieme

Okuma: Come si cucinano i ceci secchi

ceci secchi

Come cucinare i ceci secchi

Ammollo

I ceci secchi (risciacquati per eliminare le impurità e con la pelle) prima della cottura, vanno sempre messi a bagno in acqua a temperatura ambiente per circa 10-12 ore: La regola è: più a lungo si ammollano meglio è, ma senza mai superare le 24 ore. forte>. Questo perché l’amido contenuto in questi legumi assorbe l’umidità e i semi, che si gonfiano, riacquistano la loro consistenza. I ceci devono essere completamente ricoperti d’acqua e la proporzione è 3 litri di acqua per 500 g di ceci secchi. Ricordati di cambiare l’acqua due volte entro 12 ore. Dopo l’ammollo, lavate bene i legumi sotto l’acqua e scolateli.

Sbollentate i ceci

Preparate una casseruola con abbondante acqua fredda, che può essere aromatizzata anche con uno spicchio d’aglio e un rametto di rosmarino : Quando bolle, togliere l’aglio e aggiungere i ceci e coprire con un coperchio. Lessare i ceci fino a renderli dolci, i. H. da cottura lenta e fuoco molto basso in modo che non si induriscano una volta cotti. Se avete una vecchia pentola di terracotta, ancora meglio: la terracotta è il materiale più adatto per cotture lunghe senza sbalzi di temperatura, conservando inalterato il sapore e le caratteristiche dei ceci (una regola utile da seguire dovrebbe da considerare anche per la preparazione di salse e zuppe). È meglio usare un cucchiaio di legno e non un cucchiaio di metallo per mescolare.

Per mantenere i ceci morbidi, può essere utile aggiungere all’acqua un pezzetto di alga kombu, mentre è meglio aggiungere la cottura la soda evita, perché se esageri cambia il sapore dei legumi e rischia di intaccare i livelli proteici e vitaminici dei legumi.

Ayrıca bakınız: Prosciutto crudo: sei mosse per farlo in casa

La pentola a pressione con fondo spesso è anche facile da cuocere e dimezza anche i tempi di cottura. Basta versare i ceci nella casseruola e aggiungere acqua in modo che copra i ceci con due dita, chiudere il coperchio e accendere la fiamma a fuoco alto. Al primo sibilo, abbassare la fiamma e cuocere per 20 minuti. Se i ceci sono ancora troppo duri, lasciateli cuocere per altri 5-10 minuti.

In generale, i ceci dovrebbero essere cotti per circa tre o quattro ore, ma i tempi variano notevolmente a seconda del tipo di ceci, della quantità e della durata dell’ammollo.

Sale

Il sale, l’aceto, il succo di limone o la salsa di pomodoro devono essere sempre dopo la cottura o il più tardi possibile; Il sale infatti indurisce i ceci, mentre i liquidi acidi possono interferire con la ricetta e aumentare notevolmente i tempi di cottura.

Come cucinare i ceci in scatola

L’acqua di conservazione

Ci sono leggende e miti che circondano i legumi in scatola che devono essere sfatati dovrebbe essere. Infatti il ​​liquido in cui vengono immersi i ceci in scatola è innocuo e ricco di sostanze non nutritive: è costituito essenzialmente da acqua e sale (o talvolta zucchero); Basta sciacquarli bene sotto il rubinetto e i ceci in scatola sono cotti e ricchi di sostanze nutritive come ferro, carboidrati, proteine ​​e fibre, proprio come i loro cugini secchi. Il liquido conservante dei ceci in scatola può essere utilizzato anche per fare l’aquafaba, una preparazione spesso utilizzata nella pasticceria vegana per realizzare le iconiche meringhe, mousse e cheesecake, ma anche piatti salati come frittate e crepes.

Sono ammessi dubbi sulla possibile presenza di acido ascorbico (che comunque non è dannoso), acido citrico (un acido organico assolutamente innocuo) o glutammato monosodico: in questo caso basta leggere l’etichetta (dove tutto deve essere dichiarato) e controllare il liquido conservante all’apertura; Se non è molto limpido e contiene bucce, significa che la lavorazione effettuata non è di altissima qualità.

Ayrıca bakınız: Come provocare un ragazzo o un uomo a letto o via sms, instagram e whatsapp

Inoltre, dopo una prima scottatura, i legumi vengono cotti direttamente nei vasetti per garantirne la conservazione; Il trattamento termico assicura l’eliminazione di eventuali batteri preservando il potere nutritivo tipico dei legumi.

Ricette di ceci

Con i ceci secchi o in scatola, puoi davvero pensare a infinite ricette, compresi i dolci. Per chi ama i sapori etnici, prova gli spaghetti con crema di ceci eritrei o il tabbouleh con edamame e ceci, e per un tocco di dolcezza a fine pasto, ottimi biscotti o brownies al cioccolato. Altre idee? Curry di ceci, ceci glassati, frittelle o anche una fetta di verdura!

Non deve mancare e preparato subito: il burger di ceci senza uova con salsa di tahini al limone.

E se non bastasse, qui potete vedere tutte le ricette con i ceci su Vegolosi.it!

Ayrıca bakınız: Tormentato dalla pubalgia? Cause e rimedi per curarla efficacemente

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button