Come

Ecco il modo migliore per togliere la carta da parati dal muro

Ecco come semplificare i passaggi per rimuovere perfettamente l’adesivo dalle pareti.

Preparare le pareti di casa per un dipinto non è facile, perché prima di tutto devono essere perfettamente pulite per questo scopo e questa operazione comporterebbe alcune difficoltà, soprattutto quando si rimuove la carta da parati o altri tipi di colla dovere.

Okuma: Come togliere la colla della carta da parati

Scopri come eseguire facilmente e rapidamente questo processo per garantire un aspetto liscio e pulito

TEMPO RICHIESTO: un fine settimana

LIVELLO DI DIFFICOLTÀ: facile

COSTO: 15/90 euro

Preparazione mentale

Metti in calendario un intero weekend da dedicare a questa operazione. Rimuoverai la vecchia carta da parati in pochi giorni e preparerai le tue pareti per assumere un nuovo aspetto.

Ricorda una cosa importante: non addolciremo la pillola. Sappiamo bene che le operazioni che andremo a descrivere saranno noiose e richiederanno tempo prezioso.

Ci auguriamo che un prodotto potente, economico e allo stesso tempo salutare arrivi sul mercato per raggiungere questo obiettivo, ma al giorno d’oggi non abbiamo altro metodo per raggiungerlo in modo così semplice come il , che elencheremo. Se sei frustrato quando pensi di non poterlo fare: fermati prima di danneggiare i tuoi muri.

I nostri consigli non ti faranno divertire a rimuovere la carta da parati, ma ti mostreranno come farlo in modo efficace senza rovinare il muro. Continua a leggere per sapere come rimuovere lo sfondo.

Dedica il primo giorno del weekend alla rimozione di tutti gli elementi interni dalle pareti, mentre il secondo è dedicato alla rimozione della carta da parati stessa.

p>

Proteggi il pavimento

Cerca di mantenere il pavimento e tutti i rivestimenti sempre asciutti per evitare la comparsa di muffe o altre spiacevoli sorprese.

Incolla il nastro di plastica al battiscopa e premi per evitare che si allenti accidentalmente. Copri il lato del nastro drappeggiato con altra plastica e aggiungi degli asciugamani per raccogliere l’acqua che scorre lungo le pareti.

Dal momento che utilizzerai l’acqua, assicurati di aver protetto adeguatamente il pavimento e i mobili, soprattutto quelli in legno. Rimuovere tutti i mobili dalle pareti, compresi i coperchi delle prese e degli interruttori, e coprire ciò che deve rimanere con del nastro di plastica.

Ayrıca bakınız: Tra le 14 nuove canzoni dello Zecchino anche un brano di Checco Zalone – Famiglia Cristiana

Spegnere l’elettricità nella stanza e utilizzare le luci di lavoro per avere una visibilità adeguata. Se possibile, rimuovere tutti i mobili, altrimenti posizionarli al centro della stanza e coprirli con un panno.

La colla e l’acqua coleranno lungo le pareti e per evitare che penetri nei battiscopa o dietro i mobili, crea un effetto grondaia con del nastro adesivo e posiziona degli asciugamani sopra.

Sollevare lo sfondo

Per sollevare lo sfondo, inizia da un angolo vicino al soffitto o dove noti dei giochi. Aiutatevi con una spatola per sollevare i bordi e a questo punto staccare la carta con una pressione costante e uniforme.

Fai questo primo passaggio senza acqua ma attacca solo su ciò che puoi asciugare, ovvero il primo strato di carta che si staccherà da solo. Lo strato ancora aderente al muro assorbe meglio l’acqua ed è quindi più facile da rimuovere. Utilizzare sempre una spatola, sollevare un bordo e inclinarlo di 45° prima di iniziare a stampare.

Potresti riuscire a staccare una parte importante della carta da parati poiché in altri casi troverai difficoltà poiché si rompe in pezzi più piccoli durante la progettazione. Se non riesci a rimuovere lo sfondo, usa uno strumento più forte del coltello e prima di procedere al passaggio successivo:

Applica acqua calda

Immergi un tampone nell’acqua Ammorbidisci e incolla la carta rimanente .

A questo punto, applica acqua alle pareti con una spugna o una mocho per rendere ancora più facile la rimozione della carta da parati. Ciò consente di stimare la quantità di acqua consumata ogni volta ed evitare sprechi o consumi eccessivi.

Lascia che la carta assorba l’acqua per un massimo di 15 minuti, ricordando che potrebbe essere necessario stenderla più volte per indebolire permanentemente l’adesivo.

Usa acqua molto calda per ammorbidire la carta attaccata e usa i guanti per evitare ustioni.

La parte più difficile sarà non danneggiare il muro. Infatti, se da un lato le pareti in gesso possono assorbire senza problemi una grande quantità di acqua, allo stesso modo un muro a secco può essere danneggiato nelle stesse condizioni.

In questo secondo caso è quindi fondamentale mantenere il muro e la colla bagnati solo per un massimo di 15 minuti, dopodiché la vostra preoccupazione sarà quella di rimuovere correttamente la parte incollata.

p>

Spalma l’acqua sui punti più alti con una spugna o una scopa e usa un’unghia o un raschietto per verificare che si stacchi davvero.

Raschia con una spatola

Usa una spatola metallica o con una lama flessibile e angoli arrotondati per staccare la carta attaccata al muro. Se non hai una spatola arrotondata, limare gli angoli insieme.

Quindi utilizzare una vecchia spatola metallica flessibile e una spatola con angoli arrotondati che rimuoverà la colla e non danneggerà il muro. Prestare particolare attenzione al muro a secco: potrebbe essere più morbido in alcuni punti e raschiare troppo lo rovinerebbe.

L’uso di una lama flessibile è la soluzione a questo problema in quanto non può scavare molto nel muro a secco. Ricorda però che le spatole o i raschietti di plastica non funzionano: sono troppo alti e non finiranno bene sotto la carta.

Ayrıca bakınız: Calo del desiderio: 5 consigli per tornare a fare sesso

Rimuovi ogni residuo ostinato con lo sverniciatore. Spruzzare la carta che viene attaccata al muro con uno sverniciatore e lasciare agire per circa 15/20 minuti.

Raschia via la carta e incollala finché non sono sparite per sempre e risciacqua il muro fino a renderlo liscio.

Questo sarà il passaggio più importante da cui emergerà un buon risultato. Alla fine, infatti, ci sarà molta colla e carta sul muro, ma dovete cercare di rimuoverla, anche grazie al coltello, strofinando il più possibile. Infine ricordati di lavare bene le pareti con una spugna e acqua.

Ad un certo punto vorrai gettare la spugna perché l’unica cosa che vuoi è finire le pareti il ​​prima possibile sull’altro invece, l’operazione sembrerà sempre più difficile e tutt’altro che completata. Per questo motivo, cerca di pulire perfettamente almeno un punto della parete e inizia a rendere omogenea l’intera superficie circostante. Tieni presente che quando dipingi le parti delle pareti che sono ancora incollate, la vernice alla fine si staccherebbe.

Per le ultime parti in cui potresti avere reali difficoltà a rimuovere la carta, non esitare ad utilizzare un gel adatto. In piccole quantità, questo non rappresenta un problema per le tue finanze o la tua salute e ti consente di usarlo con il minimo sforzo.

Strumenti difficili per situazioni difficili

Decapanti chimici

Alcuni decapanti chimici agiscono come agenti bagnanti, impedendo all’acqua di evaporare mentre viene rimossa la superficie da pelare. Altri hanno enzimi che sono preparati per abbattere la struttura della colla, rendendola ancora più facile da rimuovere. Puoi acquistare questo tipo di prodotto in polvere, gel o liquido in qualsiasi negozio di vernici.

Tieni presente, tuttavia, che queste sostanze possono diventare costose se acquistate per pulire grandi aree e, per questo motivo, assicurati di fare sempre la maggior parte del lavoro solo con acqua calda e olio di gomito.

p>

Strumenti per graffi

Questi attrezzi servono per praticare dei piccoli fori nella carta da parati in modo che sia in grado di assorbire bene l’acqua e in questo modo defluire senza particolari difficoltà a lasciarla andare.

Certo, questo strumento ti sarà più utile su carta lucida o plastificata, ma maneggialo sempre con cura: le pareti in gesso sono molto resistenti ma quelle asciutte potrebbero danneggiarsi se sottoposte a questi trattamenti.

Puoi trovare questi strumenti in casa o nei negozi di vernici.

Evaporatore

Questo tipo di apparecchiatura è uno strumento di ultima generazione che spruzza vapore ad alte temperature su superfici, forse non facili da usare e soggette a tempi lunghi , ma sarà davvero in grado di risolvere le situazioni più inaccessibili. Attenzione però a non far entrare troppo il vapore in contatto con il muro: potrebbe danneggiarlo. Utilizzare solo se tutti gli altri mezzi non hanno mostrato alcun effetto.

Riparazione, carteggiatura e preparazione del muro

Su pareti lisce e delicate, per rimuovere residui o danni, carteggiare a mano con levigatrice e carta abrasiva grana 120. Quindi applicare un primer adatto.

Il giorno successivo il muro è completamente asciutto e puoi concentrarti sulla preparazione del muro per la pittura. Elimina imprecisioni o piccoli fori, li riempie e li leviga a mano.

Carteggiare il muro per renderlo completamente liscio e considerare quale è la tua prossima opzione: se hai intenzione di installare una nuova carta da parati, ti consigliamo di utilizzare un primer acrilico appositamente studiato per questo tipo di applicazione è pensato per consentirti per rimuoverli facilmente domani. Se invece intendi tinteggiare le pareti, preparale applicando un idoneo primer acrilico.

Pertanto, prima di dare nuova vita alle pareti, cerca sempre di abbellirne la superficie così pulita e pulita come omogeneo possibile in modo che possa ricevere una nuova applicazione di carta da parati o pittura.

Ayrıca bakınız: Freni a pattino della bici: guida alla regolazione – Bikeitalia.it

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button